Dormi male? Probabilmente hai bisogno di un nuovo materasso

cambiare materassoPotrebbe sembrare una stranezza ma in realtà, capire quando è tempo di sostituire il proprio materasso è una cosa assai semplice. Oggi parliamo di alcuni semplici consigli per individuare lo stato del tuo materasso e per giungere facilmente alla considerazione che è ora di sostituirlo.

Prima di tutto, è bene sapere che lo stato estetico di un materasso non rivela la sua reale efficacia, pertanto, anche se il materasso ti sembra in ottime condizioni, potrebbe in realtà essere logoro al suo interno o danneggiato e quindi fare male il suo lavoro. Ecco alcune semplici linee guida per definire correttamente lo stato del tuo materasso:

Età del materasso

Se il tuo materasso ha almeno 7 anni o più è tempo di sostituirlo. Questa regola vale soprattutto per i materassi a molle che sono sicuramente più economici dei materassi in memory ma molto più delicati. Quando acquistate ad esempio anche su shop specializzati nella vendita di materassi on line, assicuratevi che i prodotti acquistabili abbiano un adeguata garanzia in termini di anni.

Disturbo del partner

Ti capita spesso di svegliarti durante la notte a causa dei movimenti del tuo partner o viceversa? Bene, sappiate che questo non è normale. Un materasso in ottime condizioni e di ultima generazione non distribuisce le sollecitazioni su tutta la sua superficie ma esclusivamente sul lato del corpo in movimento. Per l’acquisto di un materasso nuovo prova quindi a valutare anche i modelli a zone differenziate che supportano due corpi separatamente in base al peso.

I materassi a zone differenziate tuttavia vanno scelti con attenzione. Spesso, il riferimento “a zone differenziate” non è relativo alle due zone separate del letto ma è riferito alla densità del materiale che compone l’anima del materasso. Per materasso a zone differenziate si intende quindi, sia un supporto realizzato in modo tale che ogni parte del corpo (schiena, bacino o gambe) sia sorretta in modo corretto. Sia un materasso “doppio”, separato letteralmente in 2 in termini di imbottitura e per intenderci con due densità diverse per i due corpi.

Questi materassi chiaramente vengono venduti esclusivamente in misura matrimoniale o king size mentre per i materassi singoli sono valide le regole sopra ma solo per le zone differenziate del corpo. Ultima considerazione su questo aspetto è da fare anche in base alla rigidità del materiale che si preferisce. I materassi in memory foam, si differenziano ad esempio da quelli in lattice o waterfoam principalmente per la morbidezza e per le capacità “termiche” che questi hanno.

Dormi meglio altrove

Questo ultimo (ma non ultimo intermini di importanza) campanello d’allarme è probabilmente il più facile da percepire e chiarisce una volta per tutte che il materasso è andato. Se provi più soddisfazione a dormire su altri materassi, è ora di considerare il fatto che il tuo materasso non è più idoneo e quindi va sicuramente sostituito.

Sappi che la cura del proprio sonno è fondamentale. Non tutti sanno (o meglio, molti sottovalutano il fatto) che dormire rilassati, con una postura corretta, su un materasso specifico per le proprie patologie (se ve ne sono) è alla base del benessere fisico e mentale. Di tutta una vita. Non sottovalutare l’idea di acquistare un materasso nuovo se uno dei tre spunti sopra corrisponde alla tua situazione e abbi cura nello scegliere il modello più adatto a te. Online, ci sono molte possibilità di risparmiare ma è sempre bene valutare un acquisto partendo dal presupposto che (nessuno regala niente) e quindi valutare materassi certificati e con ottime recensioni da parte degli utenti che hanno già acquistato.

OkNotizie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *